una "strada virtuale" per camminare insieme, tenuta da un prete milanese di (40) (41) (42) (43) (44) (45) (46) 47 anni, sempre più felice della sua scelta di vita (che è poi il dono di un incontro e di una chiamata!) e di tutto ciò che essa comporta, tra cui in particolare la compagnia di tanti, tanti amici!

29 luglio 2007

Il dono del Padre Nostro


Gesù, rispondendo alla domanda di un discepolo, non ha insegnato semplicemente "una" preghiera, ma prima ancora un modo di guardare a Dio come Padre (o, meglio, "Papà"), che è alla base della preghiera cristiana. Si tratta innanzitutto di riconoscere la dimensione fiduciale e affettiva del nostro rapporto con il Padre. Che bello sarebbe se insegnassimo ai nostri figli a pregare, innanzitutto prendendoli in braccio e comunicando loro la tenerezza del Padre celeste... E che tristezza, invece, quando anche il Padre Nostro viene ridotto semplicemente a una formula da ripetere!


070729PadreNostro.WAV.MP3

22 luglio 2007

Marta e Maria, ovvero: cosa significa accogliere?

Anche questa domenica il vangelo della Messa ci pone davanti domande importanti. Marta e Maria sono spesso state viste come personaggi che rappresentano due attitudini opposte: azione e contemplazione. E non sono poche le persone che si rispecchiano più volentieri in Marta, stupendosi per il trattamento che questa donna riceve da Gesù.
Ma forse questa schematizzazione ha fatto il suo tempo... e Gesù vuole assai bene a Marta. E non sopporta di vederla insoddisfatta, rancorosa verso la sorella, incapace di una vera e cordiale ospitalità. Non la rimprovera, ma piuttosto la richiama a una gioia che è già possibile, anche se sembra da lei dimenticata...
Vi offro ancora il file audio dell'omelia di oggi.


070722MartaMaria2.WAV.MP3

17 luglio 2007

La "provocazione" del Buon Samaritano

Quella del Buon Samaritano non è una parabola facile. La frase con cui Gesù conclude il racconto ("Va', e anche tu fa' lo stesso!") non ammette facili accomodamenti. E allora capita che - semplicemente - questa pagina venga "messa da parte" da molti, quando pure non venga apertamente osteggiata da chi non ha nessuna intenzione di preoccuparsi degli altri. O ancora, può succedere che per altri diventi soprattutto generatrice di innumerevoli sensi di colpa, anche quando si scopre che non tutti quelli che sono ai lati della strada desiderano farsi aiutare...

Ma allora, cosa fare? C'è una possibilità di accogliere questa pagina di vangelo con tutta l'umiltà di chi sa di essere all'inizio del cammino?

E quali ambiti concreti della nostra vita possono essere toccati?

E se c'entrasse perfino con le feste di compleanno o le riunioni di condominio?

Non ho certo la pretesa di rispondere a tutte le domande. Semplicemente, ti assicuro che mi sono lasciato anch'io mettere in discussione e interrogare da questo brano. Allora, se vuoi, puoi ascoltare l'omelia di domenica 15 luglio 2007 su questo tema... e magari postare le tue riflessioni o il tuo commento.

(clicca con il tasto destro e "salva con nome" il file, oppure - se clicchi con il tasto sinistro del mouse, dovrebbe partire direttamente l'audio)

070715BuonSamar(1).mp3